10 step per una rasatura perfetta della barba

Sono in molti a chiedersi (e chiederci) suggerimenti e buone pratiche per una rasatura perfetta di barba e baffi. Non si tratta di semplice curiosità ma di un’esigenza sempre più sentita da parte di un pubblico, quello maschile, attento all’estetica e a come tenere la barba in perfette condizioni.
[apss_share networks=’facebook, twitter, google-plus, pinterest’ share_text=’Condividi con i tuoi Amici’ counter=’1′ total_counter=’1′ http_count=’1′]

” Dati alla mano, passiamo cinque mesi della nostra esistenza a raderci, e nell’arco di una vita intera crescono su mento e guance la bellezza di nove metri di barba… senza contare che nella rasatura quotidiana vengono rimossi dai 20 ai 25 mila peli! “

Non a caso i greci chiamavano pogonotomia l’arte di tagliare la barba, da pògon, barba, e témno, tagliare. Insomma, la rasatura è un rito importantissimo, che come tutti i riti, per essere perfetto, deve rispettare determinati principi e linee guida.

Noi di Skill Barber abbiamo riassunto in questo articolo gli step da tenere a mente per una rasatura perfetta. Come sempre, se avete domande, siete i benvenuti!

1° step: fermati e mettiti comodo, hai bisogno di tempo

Lo so: al mattino ci svegliamo presto e in mezzora dobbiamo essere lavati-rasati-vestiti-pronti-per-uscire. Questo implica una rasatura approssimativa, con risultati discutibili e problematiche fastidiose e antiestetiche quali la follicolite. Della serie, per colpa della fretta otteniamo l’esatto contrario di quello che ci serve! Il primo consiglio, dunque, è prendersi il tempo necessario alle azioni che ora andremo a spiegare nel dettaglio.

2° step: risciacquo caldo per ammorbidire la pelle

Un risciacquo caldo iniziale è fondamentale per ammorbidire il pelo e idratare la pelle. Questo passaggio rende la pelle elastica e, in secondo luogo, comporta la dilatazione progressiva dei pori in preparazione del contatto con la lama. A ulteriore garanzia di una rasatura perfetta della barba consiglio di applicare prodotti come Bio Active Man Ocean di Farmagan, formidabile per proteggere la pelle dalla rasatura e limitare la formazione di peli incarniti.

3° step: l’applicazione del panno caldo (anche in casa)

Ebbene sì, il panno caldo si può usare anche in casa: basta procurarsi un semplice asciugamano in cotone piegato nel senso della lunghezza, scaldato sotto acqua calda e strizzato bene. Il panno andrà applicato su tutta la superficie da rasare per circa un minuto, in modo da dilatare ancora di più i pori e favorire l’assorbimento del prodotto precedentemente applicato.

insaponatura-con-il-pennello4° step: prima insaponatura con il classico pennello

È arrivato il momento della prima insaponatura: sconsigliati in questo caso i saponi in bomboletta, molto meglio il classico pennello, ciotola e sapone in crema. Personalmente utilizzo sempre il top di gamma per i miei clienti, e per top di gamma intendo il Shaving Cream Hydra Shave di Farmagan, un prodotto di altissima qualità.

” L’insaponatura va effettuata con movimenti circolari spostandosi dal mento verso gli zigomi. L’operazione può considerarsi conclusa quando la superficie da radere ha uno strato compatto e uniforme di sapone. “

5° step: prima rasatura della barba a cominciare dalle basette

Il primo passaggio della rasatura va effettuato in direzione della crescita del pelo. Ricordatevi quindi di controllare PRIMA la direzione di crescita del pelo, onde evitare irritazioni e piccoli tagli in seguito. Per lo stesso motivo è utile tendere bene la pelle con le dita per evitare pieghe. Di solito, per la prima passata di rasatura, consiglio di iniziare per comodità dalle basette.

6° step: rimozione residui e seconda insaponatura

A questo punto bisogna rimuovere i residui di sapone con acqua tiepida. Terminato questo passaggio, si procede con un secondo strato di pre-barba Bio Active Man Ocean di Farmagan e un successivo panno caldo per circa un minuto. Possiamo così insaponare nuovamente il viso e procedere con la seconda rasatura che verrà effettuata in contropelo.

rasatura-contropelo7° step: seconda rasatura della barba in contropelo

La seconda rasatura dovrà essere in contropelo, iniziando dal collo per poi salire fino alla parte superiore del viso. Se avete una pelle molto sensibile evitate questo passaggio, il volto sarà meno liscio ma la pelle ringrazierà.

8° step: rinfrescata e massaggio con pietra di allume

Terminata la rasatura rinfreschiamo il viso con dell’acqua fresca eliminando i residui di sapone. A questo punto il nostro viso è bello che rasato. Effettuiamo, se ci avanza tempo, un massaggio lieve con la pietra di allume di potassio (o pietra di allume di rocca) che ha un effetto emostatico e disinfettante, ideale per questa fase delicata.

9° step: panno ghiacciato per tonificare la pelle

Applicare un panno ghiacciato ottenuto bagnando il panno sotto il getto dell’acqua fredda permette di chiudere i pori e tonificare la pelle. Si tratta di un passaggio essenziale se vogliamo una rasatura perfetta della barba: senza panno freddo rischiamo di provocare arrossamenti e puntini.

10° step: applicazione finale di un dopobarba non alcolico

Non resta ora che applicare un dopobarba rigorosamente NON alcolico. Anche qui la linea Farmagan offre un dopobarba eccellente, lo stesso utilizzato come pre barba. L’azienda stessa lo consiglia per donare elasticità e freschezza alla pelle, che sarà così pronta per affrontare la giornata.

Avanti tutta!
 

Pubblicato da


Notice: WP_User->id è stato chiamato con un argomento deprecato dalla versione 2.1.0! Utilizza invece WP_User->ID.. in /home/alessan4/public_html/blog/wp-includes/functions.php on line 4080

Alessandro Corrias

"Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua." Confucio

Lascia un commento